TRATTAMENTI PVD E GALVANICA

FACCIAMO CHIAREZZA

cosa vuol dire PVD?

La deposizione fisica da vapore o Physical Vapor Deposition, spesso abbreviata in PVD, è un metodo comune per la deposizione di film sottili sottovuoto, è una tecnica molto diffusa per la colorazione di accessori di alta qualità, ma anche per la fabbricazione di dispositivi elettronici e degli specchi, ottenuti depositando un sottile strato d'alluminio su una lastra di vetro.
Una deposizione viene definita atomica o molecolare quando nel pezzo da rivestire avviene una crescita atomo per atomo del film (detto anche overlayer); lo strato risultante può variare di spessore. Solitamente si definisce film sottile quello il cui lo spessore è dell'ordine di qualche micron o meno. I processi di Physical Vapor Deposition (PVD) sono processi di deposizione atomica nei quali il materiale viene evaporato da una sorgente solida o liquida in forma di atomi o molecole e trasportato in forma vapore attraverso un ambiente sottovuoto o plasma fino all'oggetto da rivestire, dove condensa. Generalmente il PVD viene utilizzato per creare rivestimenti di poche decine o centinaia di nanometri, per depositi a strati differenti (multilayer), per film composti da leghe a percentuale variabile (graded composition deposit); le forme del substrato possono variare da piatte a geometrie molto complesse come oggetti di decoro o utensili; il rate (velocità) di crescita del deposito varia a seconda dei casi da 0.1 a 10 nm al secondo.

 

Cosa vuol dire GALVANICA?

Si tratta di una tecnica, usata per lo più in ambito industriale, che permette di ricoprire un metallo non prezioso con un sottile strato di un metallo PIU PREZIOSO o più nobile sfruttando la deposizione elettrolitica.
Questo processo viene solitamente sfruttato per proteggere dalla corrosione, ma può anche avere scopo decorativo.
In una vasca, che costituisce il cosiddetto bagno galvanico, contenente una soluzione acquosa del sale del metallo da depositare, sono immersi due elettrodi: il catodo è costituito dall'oggetto da ricoprire, mentre l'anodo può essere costituito dal metallo che deve essere depositato. A questi due elettrodi viene imposta una differenza di potenziale mediante un generatore di corrente. In tali condizioni i cationi del metallo da depositare si muoveranno verso il catodo (caricato negativamente), mentre gli anioni si muoveranno verso l'anodo (caricato positivamente).
Ai due elettrodi si hanno i seguenti fenomeni:
  • acquisto di elettroni al catodo (oggetto);
  • produzione di elettroni all'anodo (metallo ricoprente).

Sul catodo si depositano quindi i cationi, che acquistano elettroni all'anodo e si trasformano in atomi metallici. In tal modo il catodo viene lentamente ricoperto da un sottile strato metallico mentre l'anodo viene lentamente consumato rilasciando ioni in soluzione. In relazione allo strato metallico che si intende depositare, che solitamente è di decine di micron o meno, per un determinato valore di densità di corrente alla quale lavora il bagno e conoscendo la velocità di deposizione, basta impostare il TEMPO necessario per formare un deposito dello spessore desiderato. 

 

ELASTEEL utilizza trattamenti a bagno galvanico per i colori oro giallo, oro rosa e perla (argento), utilizza invece trattamenti PVD per bronzo, nero e blu.

 

Lascia un commento